1000 PIAZZE CONTRO L’AZZARDO

21 gennaio, 2014  |  PRIMO PIANO

PROPOSTA DI LEGGE: 1000 PIAZZE CONTRO L’AZZARDO, c’è anche Seveso

Articolo scritto da Valentina Valentini

Il Comune di Seveso ha deciso di sostenere e promuovere la legge di iniziativa popolare « 1000 piazze contro l’azzardo» per contrastare il gioco d’azzardo che si terrà dal 19 al 26 gennaio 2014.

La mattina del 25 presso il mercato di Seveso, in Viale Vittorio Veneto, saranno presenti due banchetti per la raccolta firme.

Mercoledì  29 le bancarelle si sposteranno al mercato di Baruccana.

 

Tutti i cittadini possono partecipare all’iniziativa, purché muniti del proprio documento d’identità.

I dati sull´argomento sono preoccupanti: in Italia ci sono circa ottocentomila persone dipendenti da gioco d´azzardo e quasi 3 milioni di giocatori a rischio, adulti ma anche ragazzi: almeno 7 adolescenti su 10 scommettono.

Oltre 88 miliardi giocati nel 2013: il gioco d’azzardo è la 3ˆ industria italiana e il 3ˆ paese nel mondo dopo Usa e Giappone , vale il 3-4% del PIL nazionale, il 15% del mercato europeo, oltre il 4,4% del mercato mondiale ( 1 gratta e vinci ogni 5 è venduto nel nostro paese.)

Alcuni dati ma grandi problemi per alcune famiglie; il gioco d’azzardo è un vizio che può trasformarsi in malattia patologica, ovvero il GAP – gioco d’azzardo patologico- e ha forte attinenza con la tossicodipendenza ( quindi con l’uso di droghe o di bevande alcooliche.)

Il Comune di Seveso insieme a più di 300 Comuni italiani ha aderito, lo scorso ottobre, al Manifesto dei Sindaci per la legalità contro il gioco d’azzardo per chiedere più poteri contro la diffusione del fenomeno; l´obiettivo è regolamentare la diffusione di scommesse, slot e videopoker, dare più potere ai Sindaci per autorizzare o meno l’apertura di sale da gioco e l’installazione di apparecchi, contrastare il gioco non autorizzato, impedire l´accesso alla criminalità e il riciclaggio di denaro.

Le mafie sono legate agli affari illegali del gioco d’azzardo e uno dei punti della petizione e il suo contrasto, quindi escludere dalle concessioni del gioco chi è incriminato di appartenenza mafiosa e conoscere i nomi di chi finanzia il gioco.

Tutti sono invitati a partecipare, sabato 25 gennaio, all’iniziativa e a porre la propria firma per dire no al gioco d’azzardo e all’introduzione di nuove norme.

Sarà quindi il caso di dire: « Ci azzardiamo a non giocare? »

 

E’ importante osservare che ogni Comune ha i propri orari e giorni per la raccolta firme.

Ho aggiunto un articolo su Seveso perché il mio Comune si sta molto attivando per la legalità e l’antimafia.

Grazie a tutti coloro che firmeranno.

Valentina Valentini








Ti potrebbero interessare anche

  • Nessun articolo correlato

SEZIONI